Seleziona una pagina

Il Blog di IntendiMe

PosteMobile: ancora attivabile la tariffa agevolata per persone sorde

da | Ago 3, 2020 | IntendiNews | 0 commenti

Anche PosteMobile, in ottemperanza della Delibera n. 46/17/CONS dell’AGCOM, continua a proporre un’offerta mobile agevolata al prezzo di 7,50 euro al mese dedicata alle persone sorde.
Le persone sorde possono usufruire di un piano agevolato che offre 50 SMS al giorno verso tutti i numeri mobili e l’opzione Mobile 30GB con 30 Giga al costo di 7,5 euro mensili.
Nel caso in cui l’opzione non venga rinnovata per credito insufficiente, il piano tariffario verrà sospeso ma resteranno disponibili i 50 SMS gratuiti verso tutti i numeri mobili e per la navigazione su internet verrà applicata la tariffa base giornaliera di 3,50 euro per 400 MB di traffico internet.
In caso di superamento dei 50 SMS giornalieri inclusi, PosteMobile applica una tariffa extrasoglia di 6 centesimi di euro per ogni SMS inviato verso tutti i cellulari. Gli SMS inclusi ed eventualmente non utilizzati nel periodo di riferimento non sono cumulabili con quelli del giorno successivo e andranno persi.
Le chiamate di questo piano agevolato per sordi costano 6,05 centesimi di euro al minuto verso i numeri PosteMobile e 16,13 centesimi di euro al minuto verso tutti gli operatori mobili e fissi. La tariffazione delle chiamate è a scatti anticipati della durata di 30 secondi ma non c’è scatto alla risposta.
Per attivare questa opzione è necessario recarsi presso un ufficio postale Poste Italiane del territorio e attivare una SIM PosteMobile, dal costo di 15 euro. La SIM verrà fornita senza traffico residuo, per cui sarà necessario fare subito una prima ricarica dell’importo uguale o superiore a quello del primo mese dell’opzione tariffaria, cioè superiore a 7,50€.
Quando la SIM risulterà attiva si dovrà compilare un modulo per l’attivazione del piano agevolato e inviarlo via fax al numero gratuito 800185111 allegando anche i seguenti documenti:

  • la copia di un documento d’identità in corso di validità
  • la copia della certificazione medica rilasciata dalla ASL competente per territorio o da altro Ente pubblico titolato, comprovante la sordità così come definita dalla Legge 381/70 e successive modifiche, o la la cecità totale o parziale così come definita dalla Legge 138/2001 e successive modifiche.

Fonte: MondoMobileWeb

Iscriviti alla Newsletter di IntendiMe

Acconsento al trattamento dei dati personali per Finalità di Marketing da parte di IntendiMe S.r.l. in conformità alla Privacy Policy